Collage_zafarana

Zafarana di Tortora verso il riconoscimento di Prodotto Agroalimentare Tradizionale (PAT)

La Zafarana di Tortora sempre più vicina all’inserimento nell’elenco ministeriale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) della Regione Calabria.

Nel mese di Aprile 2022, il Gruppo di lavoro del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria ha infatti espresso parere favorevole all’iscrizione del prodotto “Zafarana di Tortora” nell’Elenco dei PAT Calabresi.

Con Decreto Dirigenziale N°. 3970 del 11/04/2022 il Dipartimento Agricoltura ha quindi proposto al MIPAAF l’aggiornamento dell’Elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Regione Calabria con l’inserimento della rinomata “Zafarana di Tortora” nella categoria: “Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati”.

La storia di questo peperone ed il radicamento nel territorio di coltivazione è databile tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo. Infatti,  la zafarana è presente  in un ciclo di affreschi, in via di restauro, presso il convento francescano della S.S. Annunziata di Tortora costruito proprio intorno al 1600.

Nel chiostro del complesso monastico, ed in particolare in una delle vele della volta a crociera che sovrastano il lungo camminamento perimetrale, si trova rappresentata una decorazione vegetale costituita da peperoni sottili e allungati, rappresentati sotto forma di serti quasi a ricordare le  collane di peperoni ancora oggi appese ai balconi  da agosto fino ad ottobre.

Numerosi  i piatti a base della preziosa zafarana a partire dai peperoni e patate fritti che si preparano durante la stagione estiva per finire ai peperoni cruschi, passati nell’olio bollente e mangiati una volta croccanti e per finire la pregiata zafarana pisata, polvere di peperoncino utilizzabile quale spezia in accompagnamento a primi e secondi o quale ingrediente fondamentale nella preparazione dei salumi.

Si avvia dunque verso una conclusione positiva l’iter avviato dall’ARSAC in collaborazione con l’associazione “Zafarana di Tortora”.

 

leggi anche L’Arsac “diffonde” la biodiversità: consegnate le piantine di Peperone “zafarana di Tortora “

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Publicato da Arsac Ufficio Marketing Territoriale

error: Contenuto protetto