Pubblicazioni Actinidia (Kiwi)

 

L’actinidia e la sua coltivazione in Calabria Nota divulgativa ARSAC
Lactinidia-e-la-sua-coltivazione-in-calabria-1 L’opuscolo   riguarda l’actinidia  e  la  sua  coltivazione in Calabria ”. In considerazione della semplicità di esposizione e alle numerose illustrazioni, l’opuscolo vuole essere un supporto per chi si appresta a coltivare l’actinidia per la prima volta e per chi già la coltiva da più anni.

 

Guida fitoiatrica per l’actinidia
 Guida-fitoiatrica-actinidia-1 La  coltivazione  dell’actinidia  nel  territorio  della  piana  di  Gioia Tauro  è  presente  da  oltre  trenta  anni,  nell’ultimo  decennio si  è  avuto  un  notevole  incremento  della  superficie  coltivata, favorito  oltre  che  dalle  caratteristiche  pedologiche  e  climatiche che  danno  la  possibilità  di  ottenere  un  prodotto  di  alta  qualità anche  dalla  congiuntura  favorevole  dei  prezzi . Questo lavoro è frutto di una ricerca bibliografica e  consultazione dei principali siti web specializzati in materia; nella guida sono citati  i  prodotti  commerciali  individuati  all’atto  della  stesura della  stessa,  pertanto  l’elenco  potrebbe  non  essere  completo. Le  informazioni  riportate  sono  indicative,  per  una  maggiore correttezza d’impiego consultare sempre l’etichetta del prodotto commerciale.

 

La batteriosi dell’actinidia (PSA) indicazioni per il riconoscimento la difesa e la profilassi
 opuscolo kiwi Opuscolo riguardante l’actinidia, coltura di estrema importanza per la nostra Regione ma soprattutto per il Territorio della Piana di Gioia Tauro. Manuale pratico dove attingere le prime indicazioni di riconoscimento della malattia , prevenzione, lotta, ma soprattutto la guida per come comportarsi e dove bisogna rivolgersi per segnalare eventuali casi sospetti senza creare allarmismi inutili.

 

Cancro batterico dell’actinidia Nota Divulgativa ARSAC
Nota-Divulgativa-cancro-batterico-dellactinidia-1 Nota divulgativa riguardante il batterio Pseudomonas syringae pv. Actinidia – misure di prevenzione e contenimento del patogeno
Nematodi dell’actinidia Nota divulgativa anno 2011
A Negli ultimi anni nelle coltivazioni di actinidia della piana di Gioia Tauro, è sempre più diffusa la presenza di nematodi : organismi anguilliformi, trasparenti e visibili solo al microscopio. Le infestazioni sono causate da specie galligene del genere  Meloidogyne e attaccano l’apparato radicale di una vastissima cerchia di piante ospiti e  trovano condizioni favorevoli al loro sviluppo in terreni sabbiosi, profondi e irrigui. Sintomi danni e lotta

 

 

© 2016 - ARSAC | Azienda Regionale per Lo Sviluppo dell'Agricoltura Calabrese