filo-di-seta-web

Reggio Calabria: “L’origine del filo di seta” laboratorio didattico organizzato dall’Arsac

Nell’ambito della multifunzionalità in agricoltura, i tecnici D’Aquì e Rumi dell’Arsac di Reggio Calabria operano sul territorio per far conoscere alle nuove generazioni le antiche tradizioni agricole, che ad oggi possono rappresentare un’opportunità lavorativa in Calabria, sfruttando le risorse locali nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio.

In tale ottica, i tecnici ARSAC, in occasione dell’OVERSHOOT DAY 2022 (Giornata che rappresenta la data presumibile in cui si esauriscono le risorse naturali disponibili per l’anno in corso), hanno organizzato un   laboratorio didattico dal tema “L’origine del filo di seta”,  presso la sala “G. Spinelli” del Parco Ecolandia,

Il Parco Ludico Ambientale Ecolandia di Reggio Calabria è un centro di aggregazione per manifestazioni socio culturali relative alle tematiche ambientali,  in tale data ha organizzato un evento espositivo di prodotti agroalimentari ed artigianali di nicchia del territorio intervallati da laboratori didattici relativi alle tradizioni agricole calabresi.

La manifestazione si è svolta nella giornata di domenica 15 maggio, data in cui l’Over shoot day 2022 si celebra in Italia per ricordare che la domanda di risorse e servizi ecologici, supera quella che è in grado di rigenerare nel corso dell’anno; infatti dal 16 maggio 2022 in poi la nostra Nazione ha esaurito le risorse naturali disponibili per l’anno in corso.

In occasione di tale evento i divulgatori ARSAC hanno organizzato il laboratorio “L’origine del filo di seta”, consentendo ai presenti la visione dal vivo dell’intero ciclo del baco da seta..Il percorso ha avuto inizio dalle piante di gelso (Morus Alba), ubicate in  prossimità della  sala conferenze, per proseguire poi all’interno con una  lezione teorica  supportata da Power point sulla gelsibachicoltura, la lavorazione dei bozzoli, la produzione del filo di seta e la storia della realtà sericola nella provincia di Reggio Calabria, attraverso l’ausilio di materiale  fotografico e video realizzato durante le fasi di evoluzione dei bachi allevati dagli stessi tecnici ARSAC . I partecipanti hanno potuto visionare il seme bachi, le larve del baco da seta   dalla 1ª alla 5ª età, l’alimentazione con foglie di gelso fresche e la salita al bosco di ginestra per la costruzione del bozzolo. A conclusione del percorso didattico i partecipanti hanno potuto ammirare anche antichi manufatti di prezioso filato risalenti ai primi anni del 900 e capi di seta del made in Italy più recente.

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Publicato da Arsac Ufficio Marketing Territoriale

error: Contenuto protetto