ARSAC: lotta al cinipide galligeno del castagno

Notizie ed EventiCommenti disabilitati su ARSAC: lotta al cinipide galligeno del castagno

LarveCinipideContinua la lotta al Dryocosmus kuriphilus Yasumatrsu, noto come cinipide galligeno del  castagno”, parassita che da alcuni anni infesta pericolosamente i castagneti del territorio calabrese.

Per fronteggiare il dannoso parassita del castagno i tecnici ARSAC  hanno effettuato rilasci (“lanci”) nei castagneti dell’antagonista naturale l’imenottero parassitoide Torymus sinensis. I rilasci programmati hanno la finalità di incrementare la popolazione dei Torimidi affinchè si moltiplichino e si diffondano favorendo un efficace contenimento della popolazione del parassita del castagno e la riduzione dei danni da esso provocati.

L’ARSAC offre inoltre, tramite i Centri di Divulgazione Agricola, assistenza tecnica ai castanicoltori ed agli operatori agricoli,  per favorire la corretta gestione  delle problematiche fitosanitarie dei castagneti.

Pratiche colturali  per favorire la diffusione del Torymus sinensis

  • non effettuare trattamenti chimici nei castagneti;
  •  durante l’inverno si potranno effettuare lavori di potatura rimuovendo solo il legname e lasciando sul posto tutto cio’ che ha galle (secche);
  •  non bruciare o distruggere assolutamente materiale vegetale negli impianti dove sono stati effettuati i lanci dell’insetto utile Torymus sinensis, per almeno due/tre anni in quanto tale pratica può compromettere l’insediamento dell’insetto utile sinensis oltre ad asportare una fonte di sostanza organica necessaria per lo sviluppo e vitalità della pianta;
  •  non distruggere il fogliame a terra ed i residui di potatura prima della fine di maggio (del 2 anno dalla loro caduta) in quanto si asporterebbero anche le uova e larve dell’insetto utile utilizzato nella lotta biologica; infatti il sinensis, e altri parassitoidi autoctoni, svernano nelle galle dove hanno ucciso e larve del cinipide e ne escono da adulte sfarfallando durante la primavera successiva;

 in generale l’obiettivo è quello di preservare tutte le galle, tenendo conto del fatto che parte dei Torymus sfarfallerà dalle galle secche dopo 2 anni

 

Scarica  pubblicazione ARSAC “Il Cinipide del Castagno Biologia, danni e controllo” utile strumento per i castanicoltori calabresi di conoscenza e di metodologia di lotta a questo insetto, considerato ormai tra i più temibili nemici del Castagno.

 

guarda VIDEO

 

 

 

© 2016 - ARSAC | Azienda Regionale per Lo Sviluppo dell'Agricoltura Calabrese