Progetto FAESI: valorizzazione a fini energetici dei residui di potatura di olivo e di agrumi presenti nel CSD di Locri

L’obiettivo primario del progetto FAESI è valorizzare, ai fini energetici, i residui di potatura identificando le peculiari e specifiche caratteristiche energetiche delle principali specie arboree calabresi, distinguendoli specie per specie. A tal fine, nel CSD di Locri, nell’ambito dell’azione 3A“Valorizzazione della materia pima ligneocellulosica”, così come previsto nella convenzione tra l’ARSAC e il Dipartimento di AGRARIA, si è proceduto a disporre in andane i residui di potatura dell’oliveto e dell’agrumeto, il cui diametro massimo non superava i 4 cm. La larghezza massima delle andane non superava 1,80 metri, in modo da consentire al trituratore COBRA utilizzato nella prova di effettuare una corretta raccolta e triturazione del potato; dopo aver individuato, la tipologia di materiale da triturare e le modalità operative di esecuzione, in data 18 luglio 2019, si è dato avvio alle operazioni di triturazione dei residui di potatura delle piante di olivo e di agrumi presenti nel Centro Sperimentale Dimostrativo di Locri.

Per ogni tipologia di materiale trinciato, si sono realizzati due cumuli successivamente trasportati in altro centro per proseguire con ulteriori fasi previste nel progetto

Pubblicato da Arsac Ufficio Marketing Territoriale

Ultimi Articoli

Condividi su

Condividi su facebook
Facebook
error: Contenuto protetto