Aspetti tecnici ed economici della corilicoltura calabrese

Home/Notizie/Aspetti tecnici ed economici della corilicoltura calabrese
nocciola calabrese

Aspetti tecnici ed economici della corilicoltura calabrese

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Il presente lavoro è il risultato della collaborazione tra: l’Arssa ora Arsac Calabria, il Cra (Consiglio Ricersa Agricoltura) ora Crea, sez. di Caserta e il Centro per la Formazione in Economia e Politica dello Sviluppo Rurale di Portici (Na) in attuazione del progetto FRUMED (Frutticoltura Mediterranea) sottoprogetto VAFRUSEME (Valorizzazione della Frutta Secca Mediterranea) nel triennio 2006-2009.  La pubblicazione contiene un’indagine sul comparto corilicolo in Calabria, e mette a punto delle schede e un metodo di calcolo da utilizzare per monitorare i costi e la redditività delle aziende agricole operanti nel settore. Anche se i dati utilizzati per il calcolo della redditività dei fattori produttivi e dei costi unitari sono riferiti al 2009, il metodo rimane tuttora valido e quindi utilizzabile come schema di calcolo aggiornando solo i dati.

Considerato il crescente interesse per la coltura, anche in aree della Calabria diverse dalla zona storica di coltivazione, verrà pubblicato a breve un aggiornamento della ricerca, con l’integrazione di nuovi dati relativi alle produzioni e ai costi di trasformazione della nocciola. I dati economici saranno forniti da alcune aziende e dal Consorzio per la Valorizzazione della Nocciola di Calabria, che hanno completato un progetto per la trasformazione della nocciola (sgusciatura, calibratura, tostatura,ecc.), attivando i finanziamenti del PSR Calabria 2014-2020. Il progetto è finalizzato ad un utilizzo locale della Nocciola Tonda Calabrese con una filiera corta di tipo artigianale, valorizzando anche il territorio attraverso il turismo sostenibile, l’ospitalità diffusa collegata alle iniziative della tutela della Nocciola Italiana e non ultimo con la partecipazione attiva dei produttori per la manutenzione e salvaguardia del territorio dal dissesto idrogeologico.

Il referente Arsac Calabria

Dr. Antonio Clasadonte

nocciola calabreseClicca QUI per scaricare la pubblicazione in formato PDF

Publicato da Arsac Ufficio Marketing Territoriale

Torna in cima