Piante officinali in Calabria

Le attività dell’ARSAC nel settore

L’ARSAC lavora sulle Piante Officinali sin dal 1994, diversi i progetti a cui ha preso parte insieme ad altre istituzioni a livello regionale, interregionale e internazionale.

Oltre alla partecipazione ai progetti diverse sono state le attività:

  • Predisposizione di campi catalogo nei vari Centri Sperimentali e Dimostrativi dell’ARSAC Altopiano Silano, Mirto Crosia (CS), Lamezia Terme (CZ);
  • Prove di coltivazione nei vari areali e fasce altimetriche;
  • Indagine economica sul comparto;
  • Seminari divulgativi sulle tecniche di coltivazione e sulle buone prassi della raccolta spontanea, realizzati sull’intero territorio regionale;
  • Indagine etnobotanica sull’intero territorio Regionale, pubblicazione dell’opuscolo “Le piante della tradizione Calabrese” Il valore etnobotanico di un territorio è in stretto rapporto con la sua identità culturale;
  • Produzione di opuscoli divulgativi (quaderno didattico “Piante officinali e i 5 sensi”, Vademecum per gli insegnanti, “Piante Officinali, Ambiente benessere”, Schede Tecniche e di coltivazione delle piante officinali, buone prassi di coltivazione, buone prassi per la raccolta spontanea)
  • Indagine sulle fitocenosi per individuazione della flora officinale spontanea. I siti oggetto di attenzione sono stati individuati nelle provincie di Reggio, Catanzaro e Cosenza;
  • Produzione di un CD Rom sui risultati ottenuti con il progetto POM Regionale;
  • Studio e produzione della relazione per la DOP della Liquirizia di Calabria;
  • Individuazione della prassi agronomica per la coltivazione dell’Origano (germoplasma locale) e della Liquirizia (germoplasma locale) – domesticazione;
  • Coinvolgimento di un vivaio per la produzione delle piantine di origano e istituzione campo madre (domesticazione);
  • Studio sui diversi chemiotipi di origano calabrese, in collaborazione con l’Università di Bari- Agraria;
  • Studio per la moltiplicazione della Pimpinella anisoides (domesticazione), ancora in corso;
  • Prove di uso degli oli essenziali per la conservazione di agrumi e fragole, entrambi gli studi sono stati anche pubblicati sul sito istituzionale dell’ARSAC;
  • Promozione per la costituzione del consorzio produttori delle piante officinali e loro derivati della Calabria;
  • Redazione del progetto integrato di filiera piante officinali, con l’obiettivo di tutelare e valorizzare, in Calabria, il comparto delle piante medicinali ed aromatiche (il progetto è stato finanziato) sono state coinvolte 129 aziende di tutto il territorio regionale;
  • Sono stati realizzati 4 corsi di formazione professionale per operatori, hobbysti, etc. sulle piante officinali, i corsi sono articolati con un monte ore di lezioni teoriche e un monte ore di lezioni pratiche sia per il riconoscimento delle piante sia per la trasformazione e l’utilizzo in fitocosmesi;
  • Il Centro Sperimentale e Dimostrativo dell’ARSAC di Lamezia Terme è dedicato alle piante officinali, con i campi di coltivazione, catalogo e i laboratori per la trasformazione, estrazione oli essenziali, estrazione pigmenti, seconda trasformazione produzioni cosmetiche etc.;
  • Studio per l’individuazione dei tempi balsamici di alcune specie ai fini dell’estrazione dell’olio essenziale (Cipresso e Alloro);
  • Recupero del germoplasma locale di Lavandula multifida, prove di riproduzione e tecnica colturale adeguata, anche questo studio non si è ancora concluso, partito come progetto regionale in collaborazione con l’Università di Reggio Calabria Dipartimento di Agraria, in corso.
  • Utilizzo no food delle principali coltivazioni mediterranee soprattutto olivo e agrumi (compreso il Cedro) ai fini officinali, prove di estrazione di principi attivi, pigmenti e produzione di oli essenziali delle diverse varietà di agrumi;
  • Attività didattica con le scuole di ogni ordine e grado, diverse le scuole che ci hanno chiesto di poter fare l’alternanza scuola lavoro con la struttura del CSD di Lamezia dedicata, con il laboratorio di trasformazione delle piante officinali(fitocosmesi, tintura naturale etc.).

 

Alcune delle attività sono ancora in corso, presso il CSD (Centro Sperimentale e Dimostrativo) – ARSAC  di Lamezia Terme.

Tra queste: i campi catalogo con le varie sezioni (piante da profumo, piante tintorie, piante per i gemmoderivati, piante aromatiche, piante medicinali), i campi di conservazione e moltiplicazione del germoplasma per alcune specie officinali: Dal 2021 inoltre è stata avviata una prova di coltivazione di Canapa sativa, per l’estrazione della fibra.

Inoltre sono in corso le attività relative al laboratorio di trasformazione che riguardano: la fitocosmesi, l’estrazione dei pigmenti ai fini della colorazione delle fibre naturali.

L’attività di trasformazione delle piante officinali negli anni si è incrementata ed è diventata anche offerta formativa. Dalle fibre alla tessitura il passo è stato breve, il laboratorio di tintura si completa con il laboratorio di tessitura, anche in questo caso si è proceduto ad organizzare annualmente corsi per la professionalizzazione dell’artigianato tessile calabrese e per tutti coloro che vogliono avvicinarsi a quest’arte.