Olio Extravergine di Oliva IGP “OLIO DI CALABRIA”

Home/Olio Extravergine di Oliva IGP “OLIO DI CALABRIA”

Olio Extravergine di Oliva IGP “OLIO DI CALABRIA”

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA A INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA

“OLIO DI CALABRIA”

(Estratto dalla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea n. L 345/1 del 20 dicembre 2016)

Discliplinare di Produzione

VARIETÀ DI OLIVO

L’Indicazione Geografica Protetta “Olio di Calabria” è riservata all’olio extravergine di oliva ottenuto da olive provenienti dalle seguenti cultivar autoctone, a prevalente diffusione sul territorio regionale (cultivar prevalenti): Carolea, Dolce di Rossano (Sin.: Rossanese), Sinopolese (Sin.: Chianota, Coccitana), Grossa di Gerace (Sin.: Mammolese, Geracitana, Dolce), Tondina (Sin.: Roggianella), Ottobratica (Sinonimo: Dedarico, Perciasacchi), Grossa di Cassano (Sin.: Cassanese), Tonda di Strongoli, presenti da sole o congiuntamente, in misura non inferiore al 90%. Il restante 10% può provenire da cultivar di olive autoctone di minore diffusione: Nostrana, Spezzanese, Santomauro, Dolce di Cerchiara, Tombarello, Ciciarello, Zinzifarica, Galatrese, Tonda di Filocaso, Tonda di Filadelfia, Borgese, Pennulara, Mafra, Vraja, Agristigna, Corniola. Sono accettate, in virtù della loro funzione di impollinatori, le altre cultivar nazionali, in misura non superiore al 3%.

ZONA DI PRODUZIONE

La zona di produzione dell’olio extravergine d’oliva ad Indicazione Geografica Protetta “Olio di Calabria” comprende l’intero territorio amministrativo della Regione Calabria.

MODALITÀ DI OLEIFICAZIONE

Le olive destinate alla produzione dell’olio extravergine d’oliva ad Indicazione Geografica Protetta “Olio di Calabria” devono essere sottoposte a defogliazione e lavaggio con acqua. Ogni altro trattamento è vietato. I processi di trasformazione consentiti sono esclusivamente di tipo meccanico, realizzati in impianti con sistema di estrazione in continuo, dove non si registra alcun trattamento diverso dal lavaggio, dalla decantazione, dalla centrifugazione e dalla filtrazione. La temperatura massima di lavorazione consentita in frantoio è di 30° C. Dopo l’estrazione, l’olio deve essere conservato in recipienti di acciaio inox o di altro materiale idoneo alla conservazione dell’olio, perfettamente puliti e senza tracce di detergenti, ubicati in locali freschi ed asciutti con valori di temperatura compresi tra i 12° C ed i 20° C per la conservazione ottimale dell’olio extravergine di oliva, al fine di evitare variazioni indesiderate delle caratteristiche chimiche ed organolettiche tipiche del prodotto. Prima del confezionamento l’olio deve essere sottoposto a decantazione naturale, filtrazione, o altro mezzo di tipo fisico idoneo ad allontanare eventuali residui di lavorazione (morchie, acque di vegetazione). Per ciò che riguarda lo stoccaggio nei contenitori, è possibile utilizzare gas inerti.

CARATTERISTICHE AL CONSUMO

All’atto dell’immissione al consumo l’olio extravergine d’oliva ad Indicazione Geografica Protetta “Olio di Calabria” deve rispondere ai parametri specifici per come di seguito indicati.

Caratteristiche organolettiche:

– Colore: dal verde al giallo paglierino con variazione cromatica nel tempo.

– Caratteristiche olfatto/gustative:

DescrittoreMediana
Fruttato di oliva2 – 8*
Nota aromatiche specifiche: erbaceo e/o carciofo e/o floreale≥ 2 – ≤ 8
Amaro3- 6
Piccante4 – 6

DESIGNAZIONE E PRESENTAZIONE

Il nome dell’Indicazione Geografica Protetta “Olio di Calabria” deve figurare in etichetta con caratteri chiari e indelebili, in modo da poter essere distinto dal complesso delle indicazioni che compaiono su di essa. Sull’etichetta deve inoltre essere riportato il logotipo della IGP “Olio di Calabria” ed il simbolo europeo della IGP. L’olio extravergine d’oliva a Indicazione Geografica Protetta “Olio di Calabria” deve essere immesso al consumo in recipienti idonei quali bottiglie di vetro scuro, ceramica e terracotta smaltata o recipienti in banda stagnata di capacità non superiore a litri 5 sigillati e provvisti di etichetta. In etichetta è obbligatorio indicare l’annata di produzione delle olive. E’ consentito il riferimento all’olio ottenuto col metodo della produzione biologica.

Torna in cima