Collage_cedro DOP

“Cedro di Santa Maria del Cedro”: richiesta di riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.)

Pubblicata, in Gazzetta Ufficiale GURI n. 291 del 07/12/2021 la richiesta di riconoscimento della denominazione di origine protetta DOP del Cedro di Santa Maria del Cedro ai sensi del regolamento (UE) n. 1151/2012.

Il Consorzio del Cedro di Calabria, quale soggetto richiedente la registrazione del riconoscimento della D.O.P. Cedro di Santa Maria del Cedro ai sensi del regolamento (UE) n. 1151/2012, informa che è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana  (GURI) serie generale n. 291 del 07/12/2021 la richiesta di riconoscimento della denominazione di origine protetta DOP “Cedro di Santa Maria del Cedro”

Il decreto ministeriale n. 6291 dell’8 giugno 2020 ha modificato temporaneamente, stante l’emergenza epidemiologica da COVID 19 che ha comportato l’adozione di misure  di contrasto e contenimento alla diffusione del virus,  gli articoli 8, 9,  comma 1, 13,  comma  3,  23, 24,  comma  1  e  27,  comma  2  del  decreto ministeriale 14  ottobre  2013,  n.  12511

Nello specifico il decreto sopra menzionato, ha sospeso l’applicazione dell’art. 8  del decreto ministeriale 14 ottobre 2013, concernente la riunione di  pubblico accertamento da svolgersi  nell’area di  produzione,  e  ha modificato l’art.  9, relativamente alla tempistica per presentare opposizione alla domanda di registrazione o di modifica del disciplinare;

Considerato che il Mipaaf ha approvato la stesura finale del Disciplinare di produzione, procedendo alla sua  pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (GURI) allo scopo di verificare la sua corrispondenza agli usi leali e costanti previsti dal Regolamento europeo ha demandato al Consorzio del Cedro di Calabria, nella qualità di soggetto richiedente la registrazione, di assicurare la massima divulgazione dell’evento anche mediante la diramazione di avvisi, l’affissione di manifesti o altri mezzi equivalenti, in modo da investire tutto il territorio all’interno del quale ricade la zona di produzione.

Si pubblica quindi la stesura finale del disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta DOP “Cedro di Santa Maria del Cedro” (allegato)

Si avvisa che le eventuali osservazioni, adeguatamente motivate, dovranno essere presentate, al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Competitive della Qualità Agroalimentare della Pesca e dell’Ippica – Direzione Genera- le per la Promozione della Qualità Agroalimentare e dell’Ippica – PQAI IV, via XX Settembre n. 20 – 00187 Roma – PEC saq4@ pec.politicheagricole.gov.it entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana della presente proposta, dai soggetti interessati e costituiranno oggetto di opportuna valutazione da parte del predetto Ministero, prima della trasmissione della suddetta proposta alla Commissione europea».

«Decorso tale termine  – in assenza delle suddette osservazioni o dopo la loro valutazione ove pervenute, la predetta proposta sarà notificata, per la registrazione”.

in allegato:

Avviso- Pubblico

Disciplinare-di-Produzione-DOP-Cedro-di-Santa-Maria-del-Cedro

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Publicato da Arsac Ufficio Marketing Territoriale

error: Contenuto protetto