campanella-coco-gialla-roggianeseweb

Salvaguardia della Biodiversità agraria di interesse regionale, ARSAC e IIS Majorana di Corigliano-Rossano avviano un progetto didattico

L’ARSAC dall’emanazione della legge regionale n. 14 del 2018 sulla Salvaguardia e Tutela della Biodiversità di interesse agrario regionale ha avviato attraverso i propri Centri Sperimentali Dimostrativi un’intensa attività di recupero e di conservazione di specie vegetali di interesse agrario a rischio scomparsa. Nell’ambito di queste funzioni, annualmente vengono condotte con istituti scolastici della regione, specifiche attività didattiche dedicate al tema della Salvaguardia della Biodiversità di interesse Agrario della Regione Calabria.

Grazie alla convenzione stipulata con l’IIS Majorana di Corigliano-Rossano che vede coinvolti il Dirigente in prima persona, i docenti, il personale ATA e i tecnici divulgatori dell’ARSAC del Centro Divulgazione Agricola n. 6 di Rossano, sono state avviate per il 2022 attività di studio, moltiplicazione e conservazione di antiche varietà di peperone, pomodoro e fagiolo, i cui semi sono conservati presso il Centro Sperimentale Dimostrativo di Molarotta.

Il progetto didattico persegue i seguenti obiettivi:

  • sensibilizzare gli studenti sul tema della Biodiversità Agraria, definita come un elemento appartenente al patrimonio naturale e culturale del territorio;
  • stimolare negli allievi curiosità, capacità di osservazione e attitudine alla sperimentazione attraverso la registrazione di tutte le fasi di crescita delle specie osservate;
  • avviare lo studio e la classificazione delle “varietà locali” osservate utilizzando le schede descrittive della Biodiversità agraria previste dalle linee guida del MIPAAF;
  •  garantire per le generazioni future di studenti la moltiplicazione e conservazione di queste varietà in via di estinzione.

A tal fine, nel mese di aprile, nelle strutture dell’azienda agricola dell’Istituto Tecnico Agrario di Rossano sono stati messi a dimora i semi delle seguenti accessioni di colture orticole locali affidati dall’ARSAC:

Peperone Pomodoro Fagiolo
“LUNGO ROGGIANESE” DOLCE CAMPANELLA CIOTA SERPIATA
“SALVATORE”  DOLCE GARAFEDDA FAVETTA BIANCA
BEDDA FACCIUZZA
COCO GIALLA
PAESANO
NERO DI CALABRIA
Piantine di peperone “lungo roggianese” – peperone “Salvatore” – pomodoro Campanella

 

Piantine di fagiolo: “Paesano” – Favetta Bianca” – “Bedda Facciuzza”

 

La superfice del campo che ospiterà le prove ha una superficie di circa 150 mq. Per la concimazione è stato utilizzato un concime ternario e sono state effettuate lavorazioni per il controllo delle malerbe. Per l’irrigazione è stata installata una manichetta forata per garantire alle piante gli apporti idrici nelle varie fasi di crescita.

Dall’emergenza delle plantule vengono rilevati i principali caratteri fenologici e morfologici compresi eventuali situazioni fitosanitarie in modo da evidenziare sino alla raccolta il comportamento delle suddette varietà genetiche in via di erosione. Per la rilevazione si utilizzeranno le schede descrittive morfologiche predisposte dal MiPAAF. Nelle foto che seguono si evidenziano le prime fasi di vita dei semi di ortaggi messi a dimora nel semenzaio e direttamente in campo.

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Publicato da Arsac Ufficio Marketing Territoriale

error: Contenuto protetto