SITAC Sistema Informativo Territoriale Agricolo della Calabria

Home/ARSAC SUL TERRITORIO/Reggio Calabria/SITAC Sistema Informativo Territoriale Agricolo della Calabria

SITAC Sistema Informativo Territoriale Agricolo della Calabria

SITAC  Sistema Informativo Territoriale Agricolo della Calabria- Reggio Calabria

Via degli Arconti, 4

Tel 0965 3224205

sito web: SITAC

 

Il Servizio gestisce le informazioni territoriali prodotte al proprio interno, dagli altri Servizi Tecnici di Supporto e da altre Strutture dell’ARSAC. L’azione del SITAC è finalizzata alla progettazione, generazione, organizzazione e gestione delle banche dati, dalle quali, in funzione delle esigenze contingenti, possono essere elaborate e prodotte informazioni derivate, anche di natura cartografica, di molteplice contenuto.
Gli ambiti principali di attività del SITAC sono essenzialmente quattro:
la gestione della cartografia e banca dati relative ai suoli della Calabria, rilevati dal Servizio Agropedologico;

la gestione della cartografia e banca dati relative all’uso reale del suolo, a diversi livelli di dettaglio, sino alla produzione di cartografia fitosociologica;

la gestione di data base meteoclimatici della regione prodotti ed elaborati dal Servizio di Agrometeorologia;

lo sviluppo di modelli di analisi dei dati e di calcolo, sino allo sviluppo di interfacce utente specializzate, allo scopo di consentire alle strutture dell’ARSAC di utilizzare le basi dati nelle attività d’istituto.

L’ARSAC (Agenzia Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese), attraverso l’attività del SITAC, ha promosso l’attuazione di un progetto per la realizzazione di un database geografico e delle relativa cartografia “dell’Uso del Suolo e Copertura del Suolo”, a grande dettaglio dell’intero territorio regionale.
Il land cover e land use (uso e copertura del suolo) particolareggiato di un territorio risulta essenziale per molteplici scopi quali:
l’individuazione delle potenzialitàe vocazionalità dei terreni;del PSR, la definizione del livello di rilevanza e di integrità dei valori paesaggistici,
la definizione della capacità d’uso;
l’analisi e la quantificazione dei fenomeni di consumo di suolo;
l’analisi della dinamica delle aree agricole attraverso l’indice di parcellizzazione delle aree agricole e rurali;
la determinazione dei valori di biodiversità e naturalità delle aree della Rete Eclogoca Regionale (RER).
È propedeutico per la programmazione/progettazione/redazione nell’ambito dei:
Piani Strutturali Comunali (PSC).
Piani Territoriali di Coordinamento Provinciale (PTCP).
Valutazione Ambientale Strategica (VAS).
Piani di Gestione della Qualità dell’Aria.
Piani di attività dell’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) ecc..

Torna in cima