AGROBIOTECH: dal tabacco selvatico una speranza contro il Coronavirus

La Nicotiana benthamiana, detta comunemente “tabacco selvatico”, è una specie erbacea originaria dell’Australia; in particolare, degli ambienti rocciosi, sia interni che litoranei, dell’area settentrionale di quel Paese. La pianta, dalle popolazioni indigene, è stata utilizzata come stimolante (contenendo, oltre alla nicotina, diversi alcaloidi) prima dell’introduzione del “tabacco commerciale” (N. tabacum e N. rustica). Questa specie può presentare portamento eretto (alt. fino ad 1,5 m), oppure prostrato ( non più alta di 20 cm). In ragione di studi compiuti  da Università australiane ed inglesi, a partire dagli anni ‘80 del secolo scorso, è divenuta un “organismo modello” nell’ambito della ricerca biotecnologica, per la particolare fragilità delle sue foglie e per il consistente numero di patogeni in grado di infettarla. Di questa specie sono stati individuati numerosi ceppi selvatici; quello utilizzato in laboratorio presenta caratteristiche tali da avere una crescita ottimale anche in condizioni “estreme” per qualsiasi organismo vivente e risulta particolarmente sensibile a diverse specie di virus. In questo contesto, la N. benthamiana ha trovato una sua utilizzazione nella produzione di bio-farmaci, anche per uso umano: ad esempio, il farmaco che, finora, ha dimostrato  una certa efficacia contro il virus-Ebola, è ottenuto dalla combinazione di tre anticorpi monoclonali, selezionati su questa pianta. Nel 2018, anche l’UE ha deciso un consistente finanziamento alle attività di ricerca che prevedono l’utilizzazione di questa specie e della sua “cugina” (N. tabacum) per la produzione di bio-farmaci.

Tratta dal sito web:florabase.dpaw.wa.gov.au (Database della flora dell’Australia occidentale)

Pertanto, attraverso il programma Horizon-2020, sono stati stanziati 7,2 milioni di euro per il progetto denominato “Newcotiana”, che vede la partecipazione di 18 centri di ricerca, pubblici e privati, di sette paesi europei (ai quali si unisce l’Università australiana del Queensland)  e, tra questi, vi è l’ENEA (impegnando il Dipartimento “Sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali”). Il progetto originario prevedeva, per la nostra Agenzia di Ricerca, la produzione di molecole utili nella protezione dell’ occhio ed altre per la cura palliativa della sclerosi multipla e dell’Alzheimer.

La pandemia sviluppatasi all’inizio di questo anno ha determinato un ampliamento delle linee di ricerca, per cui sono stati avviati dei lavori dedicati al contrasto del SARS-CoV2 (Coronavirus-2019). Nello specifico, si tratta del sequenziamento del DNA del tabacco selvatico, finalizzato alla produzione di sostanze per diagnostica di laboratorio (reagenti per tests immunologici rapidi), di bio-farmaci, di un vaccino/sostanze adiuvanti per una “vaccinazione di massa”.

Una volta individuata la/le sostanza/e efficaci contro un patogeno pandemico, si deve poi affrontare il problema della produzione di questo materiale in grandi quantità ed a costi relativamente bassi, tali da permettere il trattamento di tutta (o quasi) la popolazione mondiale. In tal senso, una delle risposte più adeguate è rappresentata dall’utilizzo di determinate specie vegetali come “biofabbriche”: la  N. benthamiana è, appunto, una delle piante che meglio si prestano a questo tipo di impiego: oltre che per i caratteri del genoma, per la particolare “resilienza”, per il ciclo vegetativo relativamente breve e per le semplici pratiche agricole richieste, praticabili anche nei Paesi in via di sviluppo. Inoltre, non essendo una specie commestibile, viene superato anche il problema della possibile contaminazione della catena alimentare.

di Franco Penna (*)

(*) Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese (ARSAC) – Ce.D.A. n. 15 Serra San Bruno (VV)

 

Sitografia

  • “Coronavirus – dal tabacco selvatico nuove prospettive di cura”, Askanews (sito web), Roma, 8 aprile 2020;
  • http:// newcotiana.org
  • http:// sostenibilita.enea.it
  • http:// www.frontiersin.org
  • http://progettiue.enea.it = Newcotiana – Developing Multipurpose Nicotiana Crops for Molecular Farming using New Plant Breeding Tecniques.
  • Nicotiana benthamiana: https://florabase.dpaw.wa.gov.au/
  • ITIS (Integrated Taxonomic Information System): https://itis.gov

 

Pubblicato da Arsac Ufficio Marketing Territoriale

Ultimi Articoli

Condividi su

Condividi su facebook
Facebook
error: Contenuto protetto